Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta  l'informativa estesa.

Social Network: i 7 più usati nel 2016!

La classifica dei social network che hanno cambiato le nostre abitudini.

Si sa, i Social Network hanno completamente cambiato le nostre abitudini, diventando parte integrante delle nostre vite. Ne esistono di vari tipi, a seconda delle funzionalità, del target e degli obiettivi per i quali vengono utilizzati. 
Ma quali sono i Social Network che hanno spopolato nel 2016 a livello globale? Vediamo di seguito la classifica stilata da We Are Social.

VII - Tumblr

Al settimo posto troviamo Tumblr, una piattaforma che consente agli utenti di creare dei mini blog e di riempirli con contenuti multimediali.
L’11% della popolazione italiana è attiva su questo Social. La metà degli utenti iscritti a Tumblr ha meno di 25 anni, per questo può essere interessante per le aziende che si rivolgono a questo tipo di target; inoltre, potendo accedervi direttamente tramite il web senza avere per forza un account, questo Social può aumentare la visibilità del sito di un’azienda.

VI - Pinterest

Al sesto posto c’è Pinterest, un social network che è stato creato nel 2010 e che consente ai suoi utenti la catalogazione e condivisioni di contenuti come foto e video.
Il 15% degli italiani è attivo su questo Social, che acquista negli anni sempre più importanza. L’utilizzo di Pinterest può portare alcuni vantaggi alle aziende, in particolare modo a quelle che possiedono un e-commerce, poiché Pinterest è uno strumento utile per indirizzare i visitatori presso il proprio sito, grazie al link diretto sempre visibile sulla bacheca dell’utente.

V - LinkedIn

Al quinto posto, salendo la classifica, troviamo LinkedIn, con il 19% della popolazione italiana attiva.
LinkedIn è un social network creato principalmente per intraprendere contatti di tipo professionale e nel mondo del business. Utilizzato particolarmente nel mondo del B2B per raggiungere, attraverso advertising, partners e customers. Inoltre è molto utilizzato dalle aziende per intraprendere una ricerca di figure professionali da assumere o con cui collaborare.

IV - Twitter

Al quarto posto troviamo Twitter, con il 25% della popolazione italiana attiva.
Questo social network dà la possibilità di inviare brevi messaggi di testo (140 caratteri). L’uso più adatto di questa piattaforma è quello di commentare eventi in diretta, catalogandoli con degli hashtag. Per questo è molto utilizzato come strumento di giornalismo attivo, poiché si creano veri e propri dibattiti in diretta su temi, eventi ed argomenti che accadono nel mondo.

IV - Google+

A pari merito con Twitter troviamo #google Plus, noto anche come Google+.
È stato creato da Google nel 2011, ma ha riscosso molta meno popolarità dell’omonimo creatore. Google+ offre la possibilità di avviare video-ritrovi, chiamati hangouts, ovvero sessioni audio e video durante le quali si possono scambiare file, parlare e vedere in tempo reale via webcam tutti i partecipanti del video-ritrovo.

III - Instagram

Medaglia di bronzo per Instagram, amato ed utilizzato dal 28% della popolazione italiana.
È un social network che permette ai suoi utenti di scattare, modificare e condividere foto, anche su altre piattaforme Social; tanto utilizzato nel B2C anche grazie alle campagne sponsorizzate a pagamento che possono essere messe in atto. È inoltre il più amato dalle celebrities e dai cosiddetti blogger, che hanno sfruttato il Social per trasformare la loro passione in una vera e propria professione.

II - Facebook

Medaglia d’argento per Facebook, con il 55% di italiani attivi su questo Social.
Inizialmente era nato per mettere in contatto studenti dell’Università di Harvard, in seguito fu aperto a tutti gli studenti ed a chiunque dichiarasse di avere più di 13 anni di età. Nel mondo del business è particolarmente indicato per le attività B2C, poiché permette di condividere contenuti fotografici, video, ma anche post con contenuti testuali. Facebook permette anche di creare campagne pubblicitarie a pagamento per promuovere particolari prodotti o eventi, garantendone una maggiore visibilità.

I - YouTube

Al primo posto troviamo lui, il re dei re, YouTube!
Ben il 57% della popolazione italiana ha un profilo attivo su Youtube, la piattaforma che consente le attività di visualizzazione e condivisione di video online. Gli utenti possono anche lasciare commenti e dare voti ai vari video presenti, oltre a trarre profitti dai loro video caricati tramite inserzioni pubblicitarie. Essere un “Youtuber” è diventata una vera e propria professione ed implica la creazione continua di contenuti per incrementare visualizzazioni e iscrizioni al canale.

E tu, quale preferisci?Contattaci per sapere in che modo sfruttare questi potentissimi strumenti per il tuo business!